Ricette aromatiche

Creare momenti profumati con gli olii essenziali

Tisana aromatica

Un mezzo per fermarsi e prendersi cura di sé.

Alle tisane è possibile aggiungere una goccia di olio essenziale per intensificarne l’aroma e l’attività. Ad esempio:
-> 1 goccia di olio essenziale di anice sciolto in 1 cucchiaino di miele di tiglio in una tisana a base di finocchio aiuta la digestione.
-> 1/2 gocce di olio essenziale di arancio dolce in miele di arancio o tiglio in una tisana di melissa o verbena sono rilassanti, per i momenti di sconforto.
-> 1 goccia di olio essenziale di cipresso in un cucchiaino di miele di castagno in una tisana di malva è utile per la circolazione.
-> 1 goccia di olio essenziale di lavanda in tisana di camomilla romana o fiori d’arancio come coadiuvante nelle emicranie.

Beviamo e ascoltiamo musica, intanto che lo sguardo si allontana, all’orizzonte, e lo spirito impercettibilmente si perde nell’assoluto..

Bagno caldo

Luogo simbolico di rinascita e trasformazione

E’ sufficiente versare 4-6 gocce di olio essenziale prima dell’immersione. Non versarlo quando l’acqua sta scorrendo perché l’alto grado di evaporazione e il calore dell’acqua disperderebbero in fretta l’essenza.

Alcune ricette:
Bagno rilassante con 3 gocce di olio di camomilla, 4 gocce di lavanda e 4 di mandarino.
Bagno stimolante con 3 gocce di rosmarino, 5 di limone, 2 di cannella e zenzero.
Bagno tonificante con 4 gocce di olio di cipresso, 2 di salvia, 3 di sandalo e di menta
Bagno purificante con 5 gocce di eucalipto, 4 di pino mugo e 3 di lavanda
Bagno sensuale con 4 gocce di vaniglia e ylang-ylang, 3 gocce di rosa e 2 di sandalo

Il segreto è fermarsi, mantenere l’aggancio al senso profondo e silenzioso dell’esistenza, a ciò che da gusto e sapore alla vita!

Yoga-time

Con un semplice brucia-profumo o nebulizzatore:
-> nelle asana che richiedono forza e concentrazione sono consigliati profumi decisi ed intensi come cannella e timo.
-> altri oli più armonici, dolci, rotondi per rilassare il corpo ed espandere la coscienza sono l’anice, l’arancio, il limone.
-> profumi che favoriscono respirazione e pranayama sono l’eucalipto, la lavanda, la menta, il pino.
-> per favorire un rilassamento profondo che porti alla fusione dell’essere con l’universo possiamo usare olii che evocano l’umidità della terra, di radici come il muschio o il vetiver o profumi “sacri” come l’incenso e l’eucalipto che elevano verso il cielo la nostra coscienza.

Trattamento riflessologico, automassaggio o pediluvio

Per ristabilire una buona relazione coi piedi e quindi per riflesso con l’intera corporeità, possiamo utilizzare olii essenziali
-> rinfrescanti come la menta e l’eucalipto per togliere il peso di un’intera giornata.
-> cipresso per togliere il senso di pesantezza.
-> limone o lemongrass per i cattivi odori.
-> rosmarino contro i piedi freddi e per la circolazione.
-> legno di sandalo per la sudorazione eccessiva.
-> timo come antisettico, disinfettante e antifungino.
Bastano 2 / 3 gocce diluite in olio vettore (ex. mandorle dolci).

Un antico proverbio indiano dice: come i serpenti non si avvicinano alle aquile, così le malattie non si avvicinano a chi massaggia i piedi prima di dormire.

Sogni d’oro!

Poche gocce sul cuscino possono favorire un sonno profondo, ricco, armonico.
-> Gli oli essenziali più indicati sono anice, basilico, maggiorana, melissa, verbena se il sonno è interrotto da nervosismo.
-> Arancio, basilico, camomilla, maggiorana, mandarino se è invece interrotto da disturbi digestivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.